IN/ARCH Puglia

Le linee programmatiche

Uno dei temi dominanti del dibattito culturale contemporaneo è senza dubbio quello del Riciclo, inteso non semplicemente come “riuso” di oggetti, materiali, edifici, spazi urbani e paesaggi, ma come un nuovo e ineludibile approccio alla ricerca di nuovi cicli di vita per quei contesti abbandonati, marginali, considerati sino a qualche tempo fa rifiuti dei quali semplicemente liberarsi. La rilevanza sempre più evidente della “questione ambientale” e di conseguenza la diffusione dell’approccio ecologico alle discipline del progetto e del governo del territorio impone una riflessione riguardo alle politiche di gestione ambientale e la implementazione di strategie e pratiche innovative per il riciclo di materiali che un tempo costituivano rifiuto, di chiusura dei cicli dell’acqua, dei rifiuti ecc., del risanamento e valorizzazione di ciò che A. Berger definisce Drosscapes (paesaggi rifiuto) che coincidono con aree dismesse e inquinate, zone dell’abbandono e del degrado. Reduce, Reuse, Recycle sono state le parole d’ordine dell’intrigante padiglione tedesco della Biennale di Architettura del 2012: Ridurre quantità, e al contempo il consumo di energia, suolo, materiali, risorse, consumo non più giustificato dalla crisi ambientale ed economica; Riusare lavorando sulle preesistenze, sfruttando gli spazi e i luoghi irrisolti, che devono aprirsi a nuovi usi e funzioni; Riciclare ritrovando nuovi cicli di vita per materiali, architetture, città e paesaggi abbandonati e dimenticati. Per l’IN/ARCH Puglia, dunque, una grande occasione per intercettare tematiche di interesse locale ed internazionale, sulle quali si trovano a lavorare oggi architetti, territorialisti, ecologi, economisti, aziende. Un modo quindi per ripensare le categorie storiche del processo edilizio in senso più ampio, le connessioni, i percorsi, le strutture urbane e i paesaggi, i nodi infrastrutturali, i servizi, gli spazi pubblici, ripensare la città tradizionale in relazione alle nuove pratiche, ripensare e riscoprire la città dimenticata del ‘900. Al fine di contribuire al dibattito scientifico sul tema prescelto l’ IN/ARCH Puglia intende organizzare incontri, mostre e dibattiti affiancando l’unità di ricerca del Politecnico di Bari, nell’ambito del Programma di Ricerca d’Interesse Nazionale (PRIN) “Re-cycle Italy”. Inoltre si intende avviare una collaborazione con la fondazione MAXXI di Roma, che nel 2011 ha organizzato la mostra dal titolo “Re-cycle”, curata da Pippo Ciorra, Paola Viganò e Mosè Ricci, aprendo riflessioni multidisciplinari sul tema del “riuso”, mostrando quanto questo sia attuale e allo stesso tempo trasversale.

Formazione.

Inserirsi con efficacia nel mercato del lavoro
IN/ARCH organizza corsi di aggiornamento professionale e di specializzazione, master e stage formativi presso studi professionali, imprese e aziende in Italia e all’estero.

Eventi.

Grandi opportunità di crescita professionale
Premi, convegni, workshop e mostre, dedicati agli operatori del settore che sollecitano anche l’interesse della collettività, cui la produzione architettonica è destinata.

Iscrizioni.

Sostenere e contribuire all’azione culturale dell’IN/ARCH.
La tessera associativa dà diritto a riduzioni e agevolazioni per Master, Corsi e Workshop IN/ARCH e presso enti convenzionati. Scarica il modulo di iscrizione.