IN/ARCH Puglia

Le linee programmatiche

La Direzione Generale per la Qualità e la Tutela del Paesaggio, l’Architettura e l’Arte Contemporanee del Ministero per i Beni e le Attività Culturali ha avviato un’attività di ricognizione delle architetture italiane del secondo Novecento. La ricerca su scala nazionale, condotta sulla base di criteri oggettivi condivisi, al fine di selezionare quelle architetture più significative e di riconosciuto interesse, ha visto in Puglia la collaborazione del Politecnico di Bari. L’IN/ARCH intende sostenere e promuovere tale ricerca, anche in virtù della Legge Regionale 14/2008, con la quale la Regione Puglia ha inteso riconoscere il pubblico interesse dell’ideazione e della realizzazione delle opere di architettura e delle trasformazioni del territorio quali strumenti fondamentali per assicurare la qualità dell’ambiente urbano e rurale. In tal senso il supporto che si propone riguarda soprattutto l’informatizzazione e la digitalizzazione dei data base pubblici e privati disponibili, per una corretta catalogazione dell’architettura del ‘900, per conservarne la memoria e diffonderne la conoscenza, al fine di una sua valorizzazione e promozione anche attraverso itinerari e guide tematiche.

Formazione.

Inserirsi con efficacia nel mercato del lavoro
IN/ARCH organizza corsi di aggiornamento professionale e di specializzazione, master e stage formativi presso studi professionali, imprese e aziende in Italia e all’estero.

Eventi.

Grandi opportunità di crescita professionale
Premi, convegni, workshop e mostre, dedicati agli operatori del settore che sollecitano anche l’interesse della collettività, cui la produzione architettonica è destinata.

Iscrizioni.

Sostenere e contribuire all’azione culturale dell’IN/ARCH.
La tessera associativa dà diritto a riduzioni e agevolazioni per Master, Corsi e Workshop IN/ARCH e presso enti convenzionati. Scarica il modulo di iscrizione.